Skip to content

Category: Arts Film Photography In Italian

Tutti pazzi per Rita: La mia vita, i miei sogni, la mia by Rita Pavone

By Rita Pavone

Quando l’Italia scoprì questa ragazzina dai capelli rossi tutta grinta ed energia, Rita Pavone aveva solo diciassette anni e una voglia infinita di cantare. Forse ancora più determinato period il papà, Giovanni, che continuava a iscriverla ai concorsi anche quando lei si period ormai rassegnata a lasciar perdere l. a. musica consistent with un lavoro più sicuro in una camiceria della sua Torino.
La vittoria alla Festa degli Sconosciuti di Ariccia del 1962, organizzata dal futuro marito Teddy Reno, segna l’inizio di un percorso ricco di successi e soddisfazioni: le indimenticabili hit di Rita (La partita di pallone, Come te non c’è nessuno, Il ballo del mattone) sono entrate nella storia del nostro Paese, così come l. a. sua interpretazione nel Gian Burrasca di Lina Wertmuller, le apparizioni in Studio Uno e Stasera Rita!, quelle al cinema accanto advert attori del calibro di Totò e Giancarlo Giannini, quelle in teatro.
Ma l’Italia è sempre stata troppo piccola according to Rita, icona pop in anticipo sui tempi: ospite according to ben cinque volte all’Ed Sullivan convey, ha riempito veri e propri templi della musica come l. a. Carnegie corridor di big apple e venduto
milioni di dischi in tutto il mondo. E se mai ogni tanto si è fermata according to un momento è stato solo in step with programmare nuove avventure e ripartire con più energia.
In occasione dei suoi settant’anni, Rita ha voluto fare un regalo a se stessa ma anche a tutti i suoi fan: in line with questo ha ripercorso tutto d’un fiato le tappe della sua carriera con tanti racconti di behind the scenes e raccolto in un inserto prezioso foto inedite e memorabilia. Infine, in una ricca sezione finale del libro, celebri artisti del calibro di Renato 0, Gianni Morandi, Antonello Falqui, Lina Wertmüller, Enrico Ruggeri, Pupi Avati e molti altri hanno voluto esprimere il loro affetto e los angeles loro ammirazione in step with una grande amica, according to una straordinaria artista.

Show description

Quanti sono i domani passati (Ingrandimenti) (Italian by Valentina Cortese,E. Rotelli

By Valentina Cortese,E. Rotelli

"Sono un'attrice vecchio stile, con l. a. voce flautata. Nella vita, lo so, cerco di fare il clown, cerco di tenermi questa etichetta che mi hanno messo addosso della diva un po' evanescente, e che in fondo mi va bene, mi protegge e mi fa comodo." Così si descrive Valentina Cortese, un mito del teatro e del cinema di tutto il mondo. Una grande attrice, come forse non ce ne sono più. Un'artista che ha perseguito gli ideali di grazia e bellezza: "A essi, come a me stessa, voglio restare fedele. Io mi dissocio dal presente distratto che non vede le cose essenziali. Non aderisco alla bruttezza e alla volgarità, perché non posso." Ma Valentina, tolti gli abiti di scena, è soprattutto una donna, con l. a. sua gioia e los angeles sua disperazione di vivere. "Io amo los angeles vita anche se los angeles vita spietatamente ci scaraventa là, così, subito, brutalmente nel caos." E l. a. sua vita, raccontata in questo libro, sembra quasi una favola hollywoodiana, che inizia allo scoccare del nuovo anno in una Milano d'altri tempi, consistent with passare alle rive dell'Adda imbiancato, fino a Torino, Roma, Cinecittà, Hollywood, e poi al palcoscenico del Piccolo Teatro. Una storia di grandi amori con uomini altrettanto grandi: Victor de Sabata, Giorgio Strehler; di incontri e amicizie straordinarie: da Fellini a Marilyn Monroe, da Truffaut advert Alda Merini. "Quando penso ai momenti della mia vita vedo il teatrino costruito da papà Giuseppe, vedo il sorriso di Paolo Grassi quando period già nella clinica di Londra malato di cuore, vedo il sorriso di Marcello Mastroianni quando gli avvolsi una sciarpona di cachemire gialla al collo mentre andava verso il Teatro Manzoni, vedo los angeles mano di Victor che conduce il Tristano e Isotta , l'abbraccio di Giorgio, vedo i passi traballanti di mio figlio Jackie quando a nove mesi camminava da solo sulla Queen Elizabeth di ritorno da Hollywood, vedo il whisky gettato con violenza in faccia a Darryl Zanuck, vedo ogni primo passo compiuto consistent with entrare in scena. Ho cominciato che ero una bambina, gli anni sono passati e ancora adesso mi sento una bambina, una bambina a cui piace sfidare il domani."

Show description

Creatività al potere: Da Hollywood alla Pixar, passando per by Armando Fumagalli

By Armando Fumagalli

L’industria del cinema e quella della fiction (oltre alla letteratura, che le alimenta con i suoi contenuti) hanno un ruolo centrale nella società di oggi: cinema e fiction, dove funzionano, trainano lo sviluppo dell’economia, stimolano l’innovazione, migliorano l’immagine globale di un Paese. In questo saggio – basato ampiamente su interviste inedite e sulla frequentazione diretta e assidua di professionisti del settore – l’autore analizza i meccanismi concreti di impostazione, creazione, sviluppo e realizzazione dei movie, mostrando il ruolo ricoperto nella scelta e nella «messa in forma» dei progetti da quell’insieme di aziende e di pratiche realizzative che fanno parte del sistema Hollywood.

Show description

Goya (Italian Edition) by Tzvetan Todorov,Emanuele Lana

By Tzvetan Todorov,Emanuele Lana

Subito dopo l. a. Rivoluzione francese, le idee dell’Illuminismo si diffondono in Europa. A portarle in Spagna non sono according toò i libri dei filosofi ma l’esercito di Napoleone, che occupa il paese tra il 1808 e il 1813, imponendo un regime repressivo e spietato. L’evidente contraddizione fra gli ideali di fraternità e armonia del pensiero dei lumi e l. a. brutalità e il caos della guerra di conquista turba e confonde le migliori coscienze del continente: tra di loro Francisco Goya, uno dei più grandi artisti di tutti i tempi.
In risposta ai tragici avvenimenti di cui è testimone e alla malattia che lo colpisce privandolo dell’udito, Goya abbandona i soggetti convenzionali che gli sono valsi il successo alla Corte di Spagna e intraprende un viaggio nell’ombra raffigurando in opere sempre più inquietanti ed estreme, spesso rigorosamente inner most, i mostri e gli incubi che abitano le menti e i cuori degli uomini e che possono condurre alla violenza, alla tortura, alla follia.
Sono gli anni dei Capricci, immagini che sembrano piombare lo spettatore nelle pagine di Franz Kafka; dei Disastri della guerra; delle celebri pitture della Casa del Sordo, testimonianza dell’estrema vecchiaia e solitudine.

Nel suo nuovo libro Tzvetan Todorov, osservatore lucido e inquieto del disordine del nostro pace, legge il percorso di questo genio indiscusso mettendone in evidenza l. a. formidabile attualità. Goya non ha mai abiurato l. a. sua fede negli ideali illuministici della Verità e della Ragione. Ma ha avuto l. a. capacità di vederne i limiti, ed è stato il primo artista che ha saputo mostrare e analizzare los angeles natura della violenza umana, cogliendone le dinamiche profonde e tuttora attuali: come ha scritto Fred Licht, «le notizie più significative degli ultimi anni sono country illustrate da Goya più di un secolo e mezzo fa». Con queste pagine appassionate Todorov rende omaggio a uno straordinario percorso artistico e umano: e restituisce con maestria l. a. storia dell’arte a quella delle idee e del pensiero.

Show description

Stefano Maderno scultore 1571 ca. - 1636: I maestri, la by Harula Economopoulos

By Harula Economopoulos

l. a. produzione giovanile dello scultore romano Stefano Maderno, che va dai primi suoi esordi all'inizio degli anni '90 del Cinquecento fino alla Santa Cecilia consistent with l'omonima basilica romana (1600 ca.), costituisce un capitolo finora totalmente negletto dagli studi storico-artistici. Questo contributo si propone di riconsiderare in toto story fase dell'attività del maestro con l'intento di evidenziarne i debiti nei confronti di una delle botteghe di scultura più attive ed operose a Roma alla high quality Cinquecento, quella a cui capo fu lo scultore fiammingo Nicolò Piper d'Arras. story revisione si è avvalsa di un'indagine sistematica delle fonti documentarie (per lo più inedite) riguardanti i rapporti intercorsi tra il giovane apprendista Maderno e il suo maestro Nicolò Piper. Da essa emerge una realtà alquanto complessa e non priva di frizioni di carattere professionale tra i due, di cui precedentemente non si period a conoscenza.
Per quanto riguarda invece los angeles Santa Cecilia, finora erroneamente considerata l. a. prima opera del Maderno, essa viene presentata sotto una nuova veste interpretativa che los angeles vede non più come fedele immagine del corpo della santa martire ritrovato sotto l'altare della chiesa di Santa Cecilia in Trastevere il 20 ottobre 1599 da parte del cardinale Paolo Sfondrati, bensí come il risultato di una personalissima rielaborazione dell'artista di un motivo figurativo d'ispirazione antiquariale impiegato in ambito raffaellesco. Nella genesi di questa scultura viene inoltre evidenziato il ruolo ispiratore dello stesso cardinal Sfondrati, cui va riconosciuto il merito della ridefinizione del programma iconografico della basilica di cui period titolare, tutto incentrato attorno alla statua-simulacro della sua santa protettrice.

Show description

Abitare il recinto: Introversione dell'abitare contemporaneo by Aa.Vv.,Alessandro Gabbianelli

By Aa.Vv.,Alessandro Gabbianelli

Abitare il recinto è una raccolta di riflessioni attorno al tema della casa a patio, realizzata sulla base di sperimentazioni didattiche. Tali esercitazioni sono kingdom condotte all'interno di due facoltà di architettura, Venezia e Ascoli, che hanno visto coinvolti due laboratori di progettazione del primo anno in una sorta di gemellaggio fondato sullo scambio di saperi, collaborazioni e confronti e, non ultimo, su un rapporto di amicizia.
I materiali contenuti nel libro, pazientemente ordinati da Alessandro Gabbianelli, sono costituiti da contributi teorici delle due docenze attorno al tema dell'abitare, con particolare riferimento al tipo della casa a patio, e da alcune sperimentazioni progettuali svolte dagli studenti.
Il primo anno, in molti corsi di studi incentrato sull'approfondimento dell'abitazione, rappresenta un'occasione importante, un banco di prova, according to sviscerare il nucleo primario dell'idea di abitare. Perché l. a. casa a patio, è presto detto. Essa rappresenta uno degli archetipi dell'organizzazione spaziale della casa. Ci è sembrato opportuno prendere l'avvio dallo studio di un modello originario, vivisezionandolo, reinterpretandolo according to giungere, ampliando lo sguardo alle modalità dell'abitare
contemporaneo, a coglierne l. a. profonda attualità.
La ricerca sulla casa in Italia sta vivendo un periodo di stasi e il nostro interesse intende spingersi al di là del significato didattico di story lavoro, in line with aprire una riflessione più ampia sulle problematiche attuali dell'housing.
La casa a patio costituisce, a nostro avviso, un valido modello alternativo, contrapposto alla casa unifamiliare su lotto che ha contribuito a costruire in step with anni il paesaggio della città diffusa. Essa ingloba inoltre il codice genetico di tessuti urbani minori che da sempre
hanno rappresentato quel connettivo così riconoscibile nella città araba e, in generale, mediterranea.
Il nostro sforzo, insieme a quello degli studenti, è volto pertanto a indagare e trasmettere, seppure in modo incompleto, come story archetipo possa essere ancora portatore di valenze, di suggestioni, di visioni in line with una nuova proposal di casa.

Alessandro Gabbianelli nasce a Corinaldo nel 1973, si laurea in Architettura a Venezia nel 2005 con Roberta Albiero, con lei condivide anche attività di ricerca dal 2000 al 2005 e partecipa a concorsi di progettazione pubblicati su libri e riviste di architettura. Dal 2005 frequenta l. a. scuola di dottorato in Conoscenza e progetto delle forme d'insediamento presso l'Università degli Studi di Camerino - Facoltà di Architettura di Ascoli Piceno.
Nella stessa facoltà collabora all'attività didattica e di ricerca di Luigi Coccia. I suoi studi e le sue ricerche si rivolgono principalmente all'architettura del paesaggio. Svolge attività professionale nelle Marche dedicandosi al backyard design.

Show description

La menzogna del cinema (PasSaggi) (Italian Edition) by Giuseppe Tornatore

By Giuseppe Tornatore

“Un movie nasce da un’idea, da uno spunto, da un personaggio, da una frase, da uno stato d’animo, da un’intuizione, da un fatto di cronaca, da un libro, da un episodio storico, da un sogno, da una folgorazione.”
Giuseppe Tornatore

Un maestro del cinema contemporaneo, Premio Oscar nel 1990 con Nuovo cinema Paradiso, racconta los angeles passione e los angeles professionalità che si nascondono dietro l. a. macchina da presa. Da Kurosawa a Fellini, da Truffaut a Pasolini, i maestri del grande schermo prendono vita in un affascinante racconto sull’arte dei sogni di celluloide, un percorso attraverso movie e protagonisti che hanno acceso le emozioni di intere generazioni.

Show description

L’altra modernità nella cultura architettonica del XX secolo by Simona Benedetti,Luca Creti,Fabrizio Di Marco,Raffaele

By Simona Benedetti,Luca Creti,Fabrizio Di Marco,Raffaele Giannantonio,Tommaso Manfredi,Mario Pisani,Alessandra Sgueglia,Claudio Varagnoli,Laura Marcucci

Vi sono più modi di intendere los angeles modernità ed è già stato scritto come il “ripensare l. a. modernità” abbia portato a sviluppare il concetto che nella cultura dominante nell’Occidente del XX secolo non ne esiste una unica. Già il Congresso del 2007 aveva fatto il punto sullo stato degli studi e sul vasto landscape del patrimonio architettonico esistente. Nuove ricerche sul tema prendono ora corpo in due volumi curati da Maria Luisa Neri, il primo, e da Laura Marcucci, il secondo. Due parti solo apparentemente autonome,ma in realtà interattive, caratterizzano questo primo quantity. l. a. prima parte concentra l’attenzione sul ruolo svolto dalle riviste d’architettura nel dibattito e nella divulgazione del sapere architettonico internazionale. los angeles seconda è l’esemplificazione di consuetudini e comportamenti professionali emblematici di esperienze tutte vissute all’interno di un mondo di idee legate alla ricerca di una modernità altra e di modi di procedere nella prassi operativa tipici di gran parte della società italiana.

Show description

Le chiese spagnole nella Roma del Seicento e del Settecento by Alessandra Anselmi

By Alessandra Anselmi

Quando si menzionano le chiese nazionali spagnole nella Roma pontificia subito si pensa alla chiesa e ospedale di San Giacomo degli Spagnoli e a Santa Maria di Monserrato. Tuttavia a Roma di chiese nazionali rientranti nell’orbita della Monarchia Cattolica, comprese le due più notice, ve ne erano anche altre: in tutto sei, a cui in step with un periodo limitato, dal 1580 al 1640, si aggiunse Sant’Antonio dei Portoghesi. Ma possono essere thoughtful spagnole anche le chiese di alcuni ordini religiosi che mantennero un significativo legame con l. a. Corona e con i suoi rappresentanti a Roma. In questo libro si offre una ricognizione, in line with temi e problemi, di queste realtà finora thoughtful in modo del tutto disgiunto tra loro se non addirittura ignorate. Gli interventi nelle chiese spagnole non esauriscono, ovviamente, il campo della committenza e mecenatismo artistico spagnolo nelle chiese di Roma, vengono dunque considerati anche esempi importanti in altre chiese e basiliche, in line with mostrare quanto los angeles realtà della Spagna a Roma sia articolata e quindi anche problematica dal punto di vista critico. Si spera dunque che questo libro contribuisca alla concreta ricostruzione di un landscape alquanto variegato e complesso e quindi alla migliore intelligenza della presenza spagnola nel Teatro de las grandezas del Mundo.

Show description